Home La Casa Editrice Cinema Registi CARL THEODOR DREYER. Il verbo, la legge, la libertà
E-mail
CAPITAN ROGERSCARLOFORTE. Isola di San Pietro

CARL THEODOR DREYER. Il verbo, la legge, la libertà

Auro Bernardi
2003
pp. 200
ill. b/n
€16,00
ISBN 978-88-8012-259-3
Info su: Bernardi Auro

Come tutti i grandi registi, Carl Theodor Dreyer (Copenaghen, 1889-1968) è stato un rivoluzionario. Nel senso che i suoi film hanno innovato radicalmente lo stile e il linguaggio del cinema. Con una rigorosissima messa in scena, che richiama la pittura e il teatro scandinavi, e una drammaturgia ispirata alla filosofia di Kierkegaard, Dreyer porta sullo schermo uomini e donne – personaggi storici e non – che rappresentano l’insanabile conflitto tra spirito e carne, tra legge e libertà individuale, tra fede e disperazione. Per questa sua capacità di indagare la psiche umana, Dreyer è stato definito “un poeta tragico del cinema”. Alieno al compromesso, ha preferito lunghi anni di silenzio piuttosto che tradire la propria poetica. Attraverso un’accurata analisi biografica e filmografica, Auro Bernardi ripercorre la parabola umana e artistica di Dreyer, dai capolavori (La passione di Giovanna d’Arco, Vampyr, Dies irae, Ordet e Gertrud) ai film minori, ai documentari: una parte importantissima, finora poco studiata, dell’opera del regista danese.








Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart