Home La Casa Editrice Cinema Registi INGMAR BERGMAN. Segreti e magie
E-mail
INCOMING & OUTGOINGINGRID BERGMAN. La vertigine della perfezione

INGMAR BERGMAN. Segreti e magie

Sergio Arecco
2000
pp. 242
ill. b/n
€16,00
ISBN 978-88-8012-154-1
Info su: Arecco Sergio

Oltre novanta regie teatrali, quaranta regie cinematografiche, sessant’anni di febbrile creatività: Bergman è annoverato da tempo tra i grandi artefici dell’immaginario contemporaneo. Il nome evoca infatti, anche nello spettatore comune, alcune indimenticabili icone del moderno: la giovinezza di Un’estate d’amore, la morte di Il settimo sigillo, la vecchiaia di Il posto delle fragole, l’illusionismo di Il volto, il sacro di Luci d’inverno, l’incomunicabilità di Il silenzio, la schizofrenia di Persona, la malattia di Sussurri e grida, l’infanzia di Fanny e Alexander… Icone che rimandano immediatamente a un mondo di forme e personaggi universali, a una varietà di temi e figure che trascendono la loro specifica matrice geografica per farsi metafora di una condizione umana unanimemente condivisa. È davvero impossibile non riconoscersi nella rappresentazione, ora grottesca, ora tragica, ora sorridente, di un vissuto, com’è quello bergmaniano, esplorato in ogni piega esistenziale e in ogni risvolto poetico, fino alla scoperta della sua più intima origine, che è sempre onirica. Dalla prima stupefazione infantile per i mirabili effetti della lanterna magica, alla matura, estrema frequentazione di un io costituzionalmente abitato da fantasmi, Bergman non ha fatto altro, per tutta la vita, che interrogare le mitologie del sogno, le suggestioni dell’irrazionale. Di queste mitologie e suggestioni, questo libro intende tracciare una cartografia esaustiva, in virtù della quale il lettore possa ritrovare, di film in film, le molteplici direzioni di lettura, puntando ogni volta verso nuove convergenze e nuovi percorsi.








Credits to Templates By Compass Design - Credits to Tag cloud By Zaragozaonline - Credits to Virtuemart